Tra falle Zero-day ed incitazioni alla pirateria


utente medio

Quest’oggi mi arriva come di consueto la newletter di vnunet, vi sono abbonato ormai da tempo immemore, tant’è che mi arriva sull’indirizzo di IOL (Italia On Line).

La leggo sempre molto volentieri perchè fa parte di una retaggio storico e di un percorso personale che mi fa affiorare tanti bei ricordi.

Oggi, mentre avevo il sorrisetto ebete addosso, leggo di certe falle Zero-days relative due componenti di Windows, la news portava il titolo Falla zero-day in Windows Xp. Subito scatta la parte curiosa del mio carattere, corro a legegre, fantastico! invece poi mi ritrovo 2 righe abbstanza schematiche su un presunto zero-day.

Per spiegarmi meglio, cos’è un zero-day? definizione di techtarget

Le falle 0-day sono delle falle nel software che vengono scoperte prima che le conosca la casa costruttrice del software, quando queste vengono segnalate alla casa madre perdono il nome di 0-day.

Senza tanti tecnicismi, sono informazioni che appartengono ad un mondo sommerso, fatto di creatori di virus (virus writer), di defacers, di cracker. appena vengono segnalate al mondo intero sono praticamente informazioni meno utili agli scopi “maligni”.

Ora non voglio far la punta a VNUnet però se è un 0-day non si dovrebbe sapere in giro su quali componenti si basa… mi aspettavo una cosa più sul tipo:

Scoperta falla 0-day bucati enne server da ignoti

o magari

Nuovo virus infetta migliaia di computer grazie ad una falla 0-day

Insomma son rimasto un po’ deluso, ma poco male! altre news nella newsletter.

Infatti mi son rincuorato con questa:

Pirati di tutta lÂ’Australia, unitevi e copiate

L’accorato grido del cantante dei Nine Inch Nails (che io ascolto) per protestare contro i prezzi alti dei CD.

Sembra che abbia attaccato le case discografiche dicendo proprio che è colpa loro se i CD costano troppo e che loro non fanno proprio nulla per cambiare la tendenza.

Lodevole che proprio un cantante dica di copiare i CD, proprio lui che magari ci vive con quei CD. Putroppo a mio avviso non è giusto il metodo.

VNUnet a parte, oggi sono molto felice perchè sembra che il Web 2.0 all’italiana si stia muovendo alla grande, così dice Napolux col suo post di oggi.

Infatti segnala 4 servizi web 2.0 nati proprio in questi giorni.

Tra i quali mi voglio complimentare con geekissimo per il suo cutslink un servizio che permette di accorciare le URL tipo tinyurl, di questo servizio ho trovato utilissime le statistiche e la possibilità di metter le keyword nell’URL breve generato.

Per la foto d’inizio articolo ringrazio http://funnymarta.netsons.org/ che tutti i giorni posta una dozzina di foto divertenti/curiose. Fateci un giretto è veramente carino.

Tra falle Zero-day ed incitazioni alla pirateria ultima modifica: 2007-09-20T00:00:00+00:00 da Enrico

Comments are closed.