Domande generali


Prima di tutto vorrei puntualizzare il fatto che se siete all’inizio √® meglio non formalizzarsi troppo su certe definizioni, spesso servono solo a deviarvi e confondervi.
Ma veniamo alle richieste:

cosa sono i dischi magnetici, dischi ottici, e magneto-ottici?(me li indica il professore nello spiegare i dispositivi di memorizzazione).
che cos’√® una “time sharing” ed una “time slice”? me li indica spiegandomi il sistema operativo.
cosa sono i dischi audio analogici di vinile?
che cos’√® una macchina virtuale, creata da una astrazione della macchina reale?
cosa sono i processi elaborativi?
grazie, ciao.

Rimettiaqmo un po’ di ordine, diamo una definizione ad analogico:
Un sistema analogico √® quando non esistono stati, cio√® l’informazione viene descritta con una variazione di potenziale… mmmm vabb√® teniamola per buaona
Digitale invece √® un sistema in cui l’informazione viene descritta in insiemi di 0 ed 1 cio√® ammette la descrizione dell’informazione sono con 2 stati senza transizioni tra di esse.
All’atto pratico possiamo fare l’esempio delle luci a casa, una luce comandata de un’interruttore √® digitale, mentre una luce comandata da una levetta che ti permette di pilotare da buio a luce senza soluzione di continuit√† √® un sistema analogico.
Analogico √® appunto un vinile (materiale di cui √® composto il vecchio disco musicale) 33 giri o 45 giri dove per leggere le informazioni c’era bisogno di una puntina che variando la profondit√† del solcoemetteva suoni diversi, mentre analogico √® un CD.

Dischi Magnetici Dopo le schede perforate e le leve, si √® scoperto che √® molto pi√Ļ veloce leggere il cambiamento di polarizzazione di un nucleo di ferrite, da l√¨ nascono molto tempo dopo i floppy che sono di materiale magnetico, come il nastro delle cassette, che registrano le informazioni sotto forma di sequenza di polarizzazioni magnetiche polarizzazione nord (+) polarizzazione sud (-)
Dischi Ottici
Utilizzano pi√Ļ o meno lo stesso metodo dei magnetici solo che al posto di leggere la polarizzazione leggono la rifrazione della luce, come se leggessero una parete ed interpretassero una finestra come un 1 la parete come uno 0.
I CD ne sono un’esempio pittosto diffuso
Magneto-Ottici
I dischi magnetici hanno un limite fisico che per essere superato è stata introdotta la tecnologia megneto ottica.
Si tratta di registrazione magnetica solo dopo che il supporto √® stato scaldato otticamente tramite l’utilizzo di fasci laser.

Di palo in frasca ehhehehehe

Time slice
Detto quanto di tempo, cio√® l’unit√† di tempo in cui la cpu si dedica ad elaborare una data informazione, l’elaborazione dell’informazione √® detta thread.
Time sharing
L’esecuzione di piu’ processi o thread, eseguiti in alternanza solo per uno specifico quanto di tempo (nell’ordine dei millisecondi), viene denominata tecnica di time sharing (condivisione di tempo). Il time-sharing puo’ riferirsi ai task, nel qual caso si hanno sistemi operativi multitasking, mentre nel caso di task definiti da piu’ thread, essi sono definiti multithreading.
macchina virtuale, creata da una astrazione della macchina reale?
huhuhuhuhu qui andiamo sull’esoterico, magia magia… no dai, √® piuttosto semplice, basta non farsi ingannare da parole come virtuale e reale.
Una macchina virtuale √® un qualcosa che non esiste, o perlomeno sembra esistere ma che in realt√† √® un’astrazione, noi oggi come usiamo il computer siamo convinti che operazioni semplici tipo muovere il mouse siano integrate nel computer, o come visualizzare dei dati a video…. di fatto non √® cos√¨, il computer √® una macchina reale, che per visualizzare qualcosa a video ci da degli impulsi elettrici che vendgono poi interpretati dal nostro video.
Quindi la macchina virtuale creata da un’astrazione di una macchian reale, parlando di sistemi operativi mi sembra di intuire, √® quello ch vede l’utente del computer tramite l’utilizzo del sistema operativo, tipo la memoria, quella fisica solitamente √® nettamente inferiore a quella utilizzabile.
Processi elaborativi
Siamo alle solite, nomi complicati per cose semplici sono il modo che ha il computer per fare le somme, cio√® elabora un dato per dartene un’altro, il cervello umano funzi9ona pi√Ļ o meno allo stesso modo.

Spero di esser stato esauriente… non sono un professore di universit√†, e questo √® quel che ho imparato fino ad oggi, se qualcosa √® sbagliato o non completamente coerente con quanto inteso all’universit√†, chiedo venia.

Domande generali ultima modifica: 2004-12-20T00:00:00+00:00 da Enrico

Related Posts

2 Comments.

  1. Quali sono le prime cose da fare per configurare il server,
    quale sistema operativo di linux serve o Ť migliore
    quale macchina e adatta per il server

  2. Ciao, Il linux migliore Ť quello che conosci meglio, per partire cmq consiglio di restare su fedora, che con i suoi pacchetti rpm ti permette di non compilare tutti i pacchettini installati sul serevr.
    La macchina piý adatta a fare da server Ť un server, cioŤ alimentatore da 350 W o sup, scheda madre con raffreddamento su chip set, sulla ram, sul processore
    scheda madre con un buon bus rate, scsii integrato, hard disk scsii 1 o 2 o 3 a seconda se vuoi mirror stripe mirror con check.
    Diciamo che la domanda Ť un po’ troppo generale, dimmi che ci devi fare con il server e poi vediamo di valutare.