Splash screen, intro, flash, immagini, perchè non usarli


L’intro in flash è una cosa che i clienti chiedono spesso nella costruzione di un nuovo sito web.

I colori, le immagini ed i fiorellini nei siti sono le cose più fortemente volute.

Vediamo gli svantaggi di queste scelte.

Quando un cliente vuole necessariamente un carattere particolare per i contenuti del sito, si cerca sempre di farlo desistere perchè come ben sappiamo i caratteri sono più o meno quelli, di quelle 4 famiglie.

Putroppo però vedo che i bottoni (maledetti bottoni) sono sempre o quasi sempre fatti con immagini, per accontentare in parte almeno le esigenze del cliente.

Dico io, il testo deve essere testo, non un’immagine, fare i fiorellini su un menù significa che il sito sviluppato non sarà più “spider-friendly” o perlomeno perde parte della sua capacità di essere indicizzato.

Gli effetti di rollOver danno un valore aggiunto alla vista del sito ma non ci aiutano se vogliamo che il nostro sito sia visibile, usabile, pratico insomma.

Tantissimi utilizzano javaScript per fare effetti grafici di notevole impatto, ma un abuso di queste tecniche rende un sito giocoso, pacioccoso, al limite della non sopportazione.

I menù in flash poi sono ancora più fastidiosi, tutta questa mania di menù che si aprono, si chiudono con suoni spaziali che fanno tanto pensare ad un mondo tutto dinamico.

L’effetto di movimento infatti risulta bello…. la prima volta che lo si vede.

Chiediamo a zio google quanto apprezzi il movimento? non credo che la risposta sia positiva, questo vale per google come per yahoo, altavista, alexa e chi più ne ha più ne metta.

Allora inneggiamo alla pulizia ed alla qualità, perchè non c’è mai noia nelle cose semplici, non danno fastidio, non irritano, isomma rendono tutto più …. semplice?!

Ricordiamoci sempre che quando un utente entra in un sito, ci mette 6 secondi a giudicare e sempre in quei 6 secondi decide se clickare sulla X (ics) o continuare a leggere.

Se non gli diamo professionalità immediatezza e semplicità, se ne andrà immediatamente.

Parliamo quindi delle intro, o degli splash screen iniziali.

Errore comune da parte del cliente che fa la richiesta è quello di pensare che il proprio brand vada messo dritto dritto davanti a tutti e subito.

Internet non è una brochure, non si tratta di un piegabile, il prorpio brand va messo un po’ dappertutto, deve essere sempre presente, ma mai da solo.

Esempio classico: la mission di un’azienda non può essere messa nella prima pagina da sola e poi un tastino con su scritto “enter”. Essendo un sito fatto ad albero, la prima pagina deve contenere tutte le informazioni per raggiungere le altre pagine. Che senso ha avere un albero con 2 punte di cui una che ti permette di raggiungere solo l’altra?!???

Il tasto “enter” è pericolosissimo, perchè induce l’utente a pensare che gli è già stato presentato tutto quello che riguarda l’azienda o il sito in quella pagina, quindi riduciamo il tempo di scelta da 6 secondi a 4.

Manca solo che si aggiunga il tastino “leave” come nei siti porno, con la differenza che non c’è un disclaimer che sia uno, che interessi.

Mi è stato obbiettato che la pagina iniziale è dedicata alla scelta della lingua, ma non scherziamo dai, le lingue devo poter essere scelte ovunque nel sito, un barretta in alto a destra o magari proprio sotto al menù, devono essere ben identificabili in qualsiasi momento ed in qualsiasi pagina del sito.

Le bandierine non sono quindi un motivo valido per fare una pagina iniziale praticamente vuota.

Le intro in flash poi sono qualcosa di veramente assurdo.

Filmatino…. musichetta…. sicuri che l’utente voglia questo?

Se lo costringete a guardare il filmatino si annoierà nel giro di 5 secondi, forse meno non c’è cosa peggiore che essere costretti a fare una cosa.

Quindi il tastino “skip intro”. Credo sia il tasto più clickato del WEB.

Se esiste il tastino “Skip intro” aiutate l’utente a pensare che effettivamente non ci sia nulla di bello da vedere nell’intro, altresì vi odierà per non averlo messo.

Allora, è proprio necessaria questa intro?

I siti totalmetne in flash!

Ma come si fa?

Se io sto cercando un prodotto su google perchè non mi ricordo chi lo produce, Perchè non riesco mai trovare il sito dell’azienda, ma solo siti e sitini di e-commerce che lo commercializzano???? Semplice il sito dell’azienda è fatto in flash ed il catalogo è un’allucinazione di movimenti continui, la scheda del prodotto è fatta in pdf, ma linkata in flash!!!!!

No, il flash lo lasciamo ad alcune sezioni di MTV che ha il nome di dominio più corto del mondo e che ha bisogno di contenuti multimediali.

Supponiamo di essere una band emergente che ha appena prodotto il proprio CD, abbiamo bisogno del sito per pubblicizzare e perchè no, avere dei feedback dai fans.

Sarebbe proprio bello avere il sito in flash, ma non aiuterebbe quelli che hanno sentito una canzone, si ricordano il titolo e vogliono cercare informazioni sulla band….. ergo, un bel sito testuale, con immagini certo, ma con contenuti testuali, aggiornato periodicamente che possa essere visibile dai motori di ricerca.

Pochi javaScript, pochi effetti grafici, ma tanto tanto contenuto sulla band, sui concerti sui live, sulle gallery… si queste sono cose che importano alla gente che viene a visitare un sito così.

C’è stato un periodo, credo all’epoca dell’esplosione di flash, in cui venivano fatti 2 siti, quello in html e quello in flash, i proprietari si sono immediatamente accorti che la parte più utilizzata del sito era quella in HTML, perchè?

Semplice, essa veniva indicizzata dai motori di ricerca, la parte in flash no, quindi oltre agli accessi diretti, la parte HTML godeva degli accessi risultanti da ricerche nei vari motori.

Non ci volle molto ad abbandonare la soluzione del doppio sito.

Quest’articolo non vuole essere una critica a ciò che si trova su internet ora, vuole essere solo e soltanto un’aiuto a fare le scelte giuste a chi vuole dare una svolta al proprio attuale sito, o magari a chi deve costruirne uno.

Non è scritto in tecnichese, o almeno spero, non è quindi dedicato a chi del settore lo è già.

Un’ultima aggiunta dell’ultimo minuto:

Messaggio a tutti i grafici:

La navigazione su internet è verticale, la rotellina del mouse è verticale non è orizzontale, e nemmeno a fotografie.

Splash screen, intro, flash, immagini, perchè non usarli ultima modifica: 2006-12-06T00:00:00+00:00 da Enrico

5 Comments.

  1. ecc’appunto, l’amica [b]Crestina[/b] m’ha segnalato un bellissimo sito ORIZZONTALE che si impone come directory di siti ORIZZONTALI!!!!!

    che bello, non c’ proprio limite alle schifezze.
    [url]http://www.thehorizontalway.com/[/url]

    peraltro i creatori del sito hanno commesso un errore…. grossolano, i colori, i testi non sono contrastati, risulta di difficile lettura.

    oltre a dare il voltastomaco…. per la consultazione.

  2. Secondo me molto di quello che stiamo dicendo dipende da tre fattori: target, buon senso e gusto.

    Il target fondamentale.
    Il sito: http://www.bluevertigo.com.ar
    si rivolge a un target di professionisti e di grafici, pu permettersi anche un sito orizzontale a frame.

    Un negozio che vuole fare commercio elettronico non pu permettersi un sito a frame o un sito in flash.
    Ha bisogno di un sito ben studiato, modulure, semplice con mille possibilit di navigazione ben visibili e fatto per i motori.

    Una nuova scarpa NIKE giusto abbiamo un mini-sito completamente in flash ultra filmoso.

    Obiettivi esigenze e tipo di utenza diversi.

    Il senso. Le cose che mettiamo online devono avere senso. Aspettare 30 secondi per un intro che non mi da nulla, ma solo un pulsante entra non ha senso. Animare un sito ovunque, senza mettere in risalto nulla alla fine, non ha senso…

    A tutto ci dobbiamo aggiungere il buon gusto, che per quanto soggettivo sia, secondo me fatto di una corposa dose di oggettivit e di studio del design.

  3. Finalmente ho ben 2 minuti per risponderti
    Io so come lavori ed e’ apprezzabile tutto il tuo lavoro. La pulizia estetica, il tocco originale, il codice impeccabile. So anche pero’ che tu sei pi un grafico che un programmatore, ma unisci benessimo i due aspetti.
    Questo strano mondo chiamato internet ha bisogno di pi gente come te.

    Il buon senso nei siti dovrebbe prevalere su tutto. Come dici tu il sito di un film puo’ benissimo essere fatto tutto in flash. Un catalogo commerciale assolutamente no.

    Ma un errore tipo lo splash screen iniziale, potrebbe pregiudicare tutto un sito.

    Quando ci chiedono la presentazione iniziale noi dovremmo opporci per il bene del cliente stesso e per il bene della consultabilita’.

    E’ tutto qui quel voglio dire. Niente di pi niente di meno.

  4. E’ il classico problema del “panino con la me**a”.
    C’ quello che al cliente lo fa, e quindi raggiunge lo scopo di accontentare il cliente, c’ chi si rifiuta e tiene alta la qualit.

    Alla fine per l’obiettivo di chiunque accontentare il cliente.
    Quando qualche cliente mi chiede qualcosa di particolare, nei limiti dell’educazione, cerco di dissuaderlo.
    Quando la convinzione tale, vedo di fare il lavoro, al meglio, cercando qualche compromesso, ed evitando di mettermi nei credits.

    p.s.: sei un esagerato, mi lusinghi. Ma ci stai provando con me? guarda che non te lo do!

  5. lungi dal volerti sviolinare.
    solo delle semplici considerazioni :)