Linux Day 2002


Linux Day, giornata dedicata a linux a quanto pare, un po’ come
la giornata contro il fumo o iniziative simili. Ho avuto la fortuna
di trovare un volantino appeso ad una colonna in centro, stampato
e fotocopiato, un po’ scarno ma chiaro.
In tutta italia (o quasi) il 23 Novembre si è tenuta questa
"manifestazione", diciamo che era ora!
Esprimo molta gioia nel sapere che finalmente anche nella nostra
misera (di risorse) città possiamo far riferimento a questo
fantasmagorico LUG (Linux User Group) nel caso particolare RO
LUG. I LUG sono un gruppo di persone che si intendono della materia
e che offrono il proprio apporto alla comunità informatica,
quindi se avete bisogno di una distribuzione, o di consigli su
come installare taluno o tal’altro driver sulla vostra X allora
potete recarvi al LUG più vicino a voi, vi riporto la pagina
che riporta tutti i LUG in Italia. www.linux.it/LUG/
e ovviamente vi riporto anche il sito del Rovigo
LUG
.
La stanza in cui ci hanno stipati era abbastanza piccola e molto
calda, insomma una partenza non proprio brillante, ma nulla da
biasimare all’organizzazione, hanno fatto il possibile per metterci
tutti comodi.
La gente che vi ha partecipato a quanto pare ne è rimasta
pienamente soddisfatta. Mi aspettavo di vedere facce più
note nel mondo dell’ IT ma è stato comunque un buon inizio.
Hanno prima di tutto presentato il gruppo: capelli lunghi, modi
di fare spigliati, accento tipicamente veneto, i discorsi poco
preparati, insomma la classica nicchia di, passatemi il termine,
Smanettoni.
Poi sono passati all’argomento principale della giornata le licenze
e la valida alternativa.
Una spigazione molto ben documentata sulle differenze tra i vari
tipi di licenze, BSD, GPL e
commerciali di software proprietario, con tanto
di esempi.
Le valide alternative per me non sono state esplicate appieno,
però io ho già esperienza sul campo e non ho ancora
avuto tempo di parlare con i meno esperti presenti. Hanno fatto
un veloce passaggio, un’elenco delle applicazioni in ambiente
Microsoft e delle rispettive applicazioni in ambiente linux, un’esempio
per tutti: Adobe PhotoShop con The Gimp
(veramente molto ben integrato).
Dopo di che sono passati all’intervento tecnico, installazione
di linux come farlo convivere con windows. Hanno tentato di spiegare
la base di linux con il Kernel ed le GNU Tools, ma una spiegazione
tecnica non poteva essere fatta sicchè il risultato è
stato uno ammasso di inutili informazioni mal spiegato. Non voglio
assolutamente attaccare colui che ha Relato l’argomento, voglio
soltanto far notare che forse non era proprio il momento di scendere
in dettaglio. Infatti la spiegazione si è consumata in
pochissimi minuti.
Poi è cominciata la "Installation Fest" ove potevi
portar il tuo pc di casa e farti installare o la Mandrake 9.0
o la Debian 3.0.

In conclusione voglio inserire alcuni commenti alla giornata:
So di altre manifestazioni, ho parlato con chi è stato
a Ferrara e con chi è stato a Bologna, tutti molto soddisfatti,
tutti emozionati dall’evento, i relatori in primis erano contenti
di come era andata la giornata e le impressioni sono state: "è
gente veramente molto preparata" oppure "allora perchè
non torno tra 10 minuti col mio pc?", non credo che a Rovigo
sia successa la stessa cosa, o forse io sono troppo abituato a
vedere relatori professionali assolutamente preparati a tutto
con la risposta pronta.

Comunque è stato fatto un gran passo avanti per linux
nella provincia di Rovigo, il sapere che anche noi abbiamo il
nostro LUG mi fa sentire bene, più sicuro della direzione
che sto prendendo.

Linux Day 2002 ultima modifica: 2002-12-02T00:00:00+00:00 da Enrico

Related Posts

4 Comments.

  1. ci sarebbero mille cose da dirti ma non mi sembra proprio il caso…
    ho usato gimp per fare alcune cosette e devo dire che non è per nulla male anzi…(anche se deve essere migliorato)
    ovviamente se si va ad un linux day si parlerà di programmi ad esso correlati, si cercherà di portare a conoscenza le persone che stanno iniziando ad entrare in questo “mondo” di che cosa esso può offrire gratis completamente gratis
    e qui si potrebbe iniziare una discussione sull’open source.
    da alcuni amici ch usano questo programma so che lo stanno davvero potenziando molto e che a breve dovrebbe uscire una nuova release con delle gran figate, hanno detto, ti sparò dire. :)
    certo deve essere migliorato…in questo sono perfettamente d’accordo, ma un passo alla volta arriveremo sicuramente ad un ottimo risultato.
    ciao e buona giornata

  2. Certo che puoi dissentire :-)
    The gimp non vale 1/10??? vabbè dipende da dove lo guardi, cosa ci devi fare, cmq si li ho usati entrambi ed entrambi con i loro bei plug ins massicci.
    Forse non ti è piaciuta l’interfaccia di gimp che è completamente scostata dal resto dei programmi di photo editing. Rimane comunque che le funzioni sono quelle di un programma di photo editing, come photo shop. Paragonarli non era mia intenzione ma presentare un’alternativa dalle alte prestazioni, dal costo (quasi) nullo ed assolutamente più che valida era d’obbligo.
    Tieni presente che se vuoi qualcosa in più da the gimp puoi sempre comprare il pacchetto completo :-) che è molto ma molto più… più!

  3. esatto…un’alternativa che costi poco…o meglio nulla…
    accidenti è proprio li dove si vuole arrivare a non spendere un capitale in licenze e che quei soldi possano essere spesi in altri modi nel mondo informatico…

  4. Sì certo, vorrei far presente però che il costo non è solo quello monetario, devi sempre contare anche il tempo, ed è per questo che linux è sempre stato bistrattato dalle aziende.