Chi ha il mopolio dei software e chi può combattere?


Certo che è possibile, nessuno fa nulla per controbattere!

Non voglio accusare nessuno, quindi resterò molto vago.

Prendiamo la suite di office, se tutto il mondo

utilizza word XP per produrre documenti come

posso io non averlo? Allora lo compro, ma costa troppo, allora

lo copio, ma commetto atto di pirateria, e penso, ma fra qualche

milione di utilizzatori, vuoi che vengano ad indagare proprio

su di me? e poi alla fine, chi non ha la copia pirata di Office?

Costa troppo, è copiabile, ce l’hanno tutti!

Con questo ragionamento ho fatto sì che Microsoft

scali di un altro gradino la fetta di mercato mondiale perchè

qualsiasi documento da me generato richiederà word

per essere letto, e tutti i miei colleghi ed amici dovranno avere

word.

Diciamo che ai grandi la pirateria non fa tanto male quando si tratta di affermare uno standard.

Quando Steve Jobs si separò da Bill Gates fece un unico errore, quello di produrre un sistema

operativo per i propri computer non facile da copiare, mentre

Bill Gates ebbe la grande strada tutta aperta

da chi copiava il suo Ms-Dos (buon vecchio stabile

sistema operativo) e successivamente decise di fare windows nella versione 1.0 anch’esso copiabile

in 3 bei dischetti da 5,25”, diff usione mondiale quasi istantanea.

La lotta contro la pirateria che sta imperversando oggi sulle

strade di internet è giustificata se si guarda il lato

del programmatore che ha sviluppato il pacchetto che è

stato copiato, ingiustificata da parte dell’utilizzatore, il software

originale costa troppo e, soprattutto nei pacchetti windows, non

vale la spesa. Allora? Forse siamo abituati troppo a trovare i

crack in giro su internet, ed ecco che la suite di office ci costa poco più di qualche ora di navigazione

o la chiamata al cellulare dell’amico smanettone che conosce tutti

i segreti (vorrei proprio conoscerlo).

Ma perchè fare parte tutti della stessa mandria? Voglio

dire, se un giorno non fosse più possibile copiare Office,

cosa fareste? Guardatevi intorno, non potete spendere quelle cifre

per scrivere una lettera, allora occoci all’open source, OpenOffice è completamente gratuito e pienamente compatibile con Word o excel o quant’altro, con notevoli miglioramenti.

Diamoci sempre un’alternativa al crimine, chiunque copia un programma

non gratuito o senza acquistarne la licenza commette sempre e

comunque un crimine anche se ci è costretto, la legge parla

chiaro a riguardo. Allora perchè commettere questo crimine,

aiutiamo l’open source a crescere, aiutiamo i geni che hanno creato

open office, mandiamogli i complimenti per il pacchetto che hanno

creato e mandiamogli un bel grazie per averci deviato dal crimine

della pirateria :-)

Riferimenti Vari:

Open Office: www.openoffice.org

Microsoft: www.microsoft.com

Apple Computer: www.apple.com

Chi ha il mopolio dei software e chi può combattere? ultima modifica: 2002-08-25T00:00:00+00:00 da Enrico

Comments are closed.